TRIUMPH ROADSTER

www.torpedoblu.com

TRIUMPH ROADSTER

Il suo nome incornicia la sua essenza: il Trionfo! Imponenza per un capolavoro dalle linee sinuose e morbide che si è fatto amare dagli appassionati di tutto il mondo. Il vero boulevardier! Continua…

Questa vettura fu progettata nei giorni di chiusura della seconda guerra mondiale. L’Amministratore delegato Sir John Black, della Standard Motor Company, voleva una vettura sportiva che potesse utilizzare i motori del periodo pre-guerra ed essere la giusta rivale delle Jaguar. Frank Callaby fu lo stilista di questo modello che in collaborazione con Arthur Ballard ne progettarono il corpo. Nei primi dopoguerra la carenza di acciaio, ha fatto sì che il corpo della Trimph Roadster fosse costruito in pannelli di alluminio che andavano a rivestire il corpo realizzato in gran parte di legno. La vettura aveva la parte anteriore più larga della posteriore, favorendo un sedile di ben 64 cm. utilizzabile da tre persone. La larghezza inusuale di questa vettura ha reso necessario l’utilizzo di tre tergicristallo in fila, un esempio che ben presto fu utilizzato anche dalla Jaguar per il modello E Type. La vettura, a prima vista, sembra una spyder, ma i progettisti, che all’epoca non volevano tralasciare nulla e quindi realizzare una vettura sportiva ma anche per la famiglia, crearono un secondo vano. L’accesso avveniva tramite uno scalino predisposto sul paraurti e un parabrezza che poteva essere regolato con l’inclinazione più favorevole in base alla velocità.

La vettura non è stata costruita in un gran numero di esemplari, in quanto era costruita principalmente a mano. Sono stati costruiti 2.501 esemplari. Oggi, gli esmplari superstiti, conosciuti, non superano le trecento unità.

La nostra Roadster , che vanta un Certificato d’Identità Targa Oro, quale riconoscimento di un lavoro a “regola d’arte”, è uno splendido modello del 1948 che monta un motore a 4 cilindri con una cilindrata di 1760 c.c. . L’elegante carrozzeria si presenta in un luminoso colore old red e ricca di dettagli finemente cromati. Gli interni sono impreziositi da pregiati legni con intarsi in vera radica, che solo autentici “Maestri d’Ascia” hanno saputo portare al loro primordiale splendore. La tappezzeria,in pregiata pelle color crema,avvolge un divanetto a tre posti. Nel vano posteriore, invece, sempre rifinito in pelle e sontuosa moquette crema, possono prendere posto due damigelle o due paggetti.