FERRARI 360 SPIDER F1

www.torpedoblu.com

FERRARI 360 SPIDER F1

Quando il motore diventa suono, ci si abbandona alla melodia e si imprimono quegli istanti nella memoria del cuore. A voi la direzione dell’orchestra. Continua…

La Ferrari 360 Modena ha segnato una importante svolta tecnico-stilistica per le berlinette del Cavallino a motore posteriore e ha posto le basi per le successive F430 e 458 Italia. La presentazione ufficiale della moderna due posti Ferrari avviene al Salone di Ginevra nel 1999 e si annuncia da subito come un evento destinato a segnare il nuovo corso del Costruttore Italiano di sportive GT.   La 360 Modena è una berlinetta sportiva che monta un motore a benzina con trazione posteriore. Un Cx di 0,33 e un motore V8 di 3,6 litri con una potenza di 400 CV permettono alla Modena di raggiungere i 295 km/h e di accelerare da zero a 100 km/h in 4,5 secondi. Le cinque valvole per cilindro e la lubrificazione a carter secco sono una eredità dell’esperienza Ferrari in Formula 1. Per la prima volta in una Ferrari di serie il propulsore è a vista, ricoperto da un grande lunotto in vetro che domina il design della coda. Nel 2000 è nata la 360 Spider, con tetto in tela ripiegabile elettricamente. Disponibile anche con il cambio F1 di diretta derivazione dai modelli di Formula 1. Con la 360 Spider la Ferrari ha raggiunto risultati tecnici mai toccati prima dai modelli di questo tipo della Marca e, nella maggior parte dei casi, mai raggiunti da vetture spider di qualsiasi costruttore. Il telaio interamente in alluminio con elementi strutturali costituiti da estrusi e fusioni con funzioni di nodi di giunzione, realizzate nella stessa fonderia ove vengono realizzate le parti in lega della Formula 1, ha valori di rigidezza torsionale e flessionale più elevate al mondo. Questo garantisce alla 360 Spider le stesse prestazioni, tenuta di strada, guidabilità, accelerazione e velocità massima della 360 Modena berlinetta. Il Cx è rimasto praticamente identico, passando dallo 0,33 della coupé allo 0,36 dello spider. A queste prestazioni eccezionali e ineguagliate per una granturismo aperta, si aggiungono i vantaggi di un comfort di marcia ed una facilità di guida, particolarmente nella versione con cambio F1, che rendono il modello piacevolissimo anche nell’uso urbano e a bassa velocità per il piacere di viaggiare a cielo aperto. La 360 Spider ha un sistema di apertura e chiusura delle capotte interamente automatizzato attraverso sette attuatori idraulici e cinematismo a doppio ripiegamento. Il vano posteriore si apre e chiude automaticamente per alloggiare la capote. La totale scomparsa permette di ottimizzare i flussi aerodinamici a vettura aperta. Il tempo di totale di apertura e chiusura della capote è identico e pari a 28 secondi. I roll bar posteriori sono protetti da una rete con funzione di taglio dell’aria di risucchio. Come per la Coupé, la produzione della Spider prosegue senza modifiche sostanziali fino al 2004, quando al Salone di Parigi debutta la sua sostituta F430. In tutto vengono costruite 7.483 Ferrari 360 Spider. La nostra Ferrari 360 Spider è del 2003, monta un motore V8 DI 3,6 litri con una potenza di 400 CV , cambio F1 ed ha percorso poco più di 40.000 km. La carrozzeria è verniciata in un elegantissimo blu perlato Ferrari con interni in pregiatissima pelle, color crema, bordata in tinta alla carrozzeria.