PUMA GTV

www.torpedoblu.com

PUMA GTV

Alla guida di un accattivante felino non c’è che da rimanerne ammirati… Continua…

La storia della gloriosa ditta Puma nasce da un viaggio negli Stati Uniti dove Adriano Gatto, al tempo ventiduenne, ospite di un matrimonio di famiglia, vide per la prima volta un Dune Buggy.
L’idea di costruire Dune Buggy, racconta Gatto, venne dopo un viaggio negli Usa: “Mio papà aveva una tenuta fuori Roma, in cui c’era una specie di grotta. Io ed un mio amico ci piazzammo li a costruire artigianalmente il nostro buggy. Appena cominciai ad utilizzarlo, mi chiesero subito di acquistarlo. Ok, allora ne produssi un’ altro, ma anche per questo arrivò una ottima offerta. Così presi la decisione di costruirli in piccola serie, spostandomi dalla grotta in un vero stabilimento, sulla Tiburtina. Una decisione fortunata, visto che abbiamo costruito auto per 25 anni!”
Sono 7 i modelli di vetture che hanno fatto la storia della Puma, primo fra tutti la Puma GS (Gatto Spiaggia) del 1968, automobile che esprimeva in pieno la voglia di vivere e di divertirsi nel periodo a cavallo tra gli anni ’60 e ’70: il Dune Buggy.
Esaurito il periodo Dune Buggy, il vulcanico Adriano Gatto inizia la produzione di vetture dalla linea molto sportiva e per l’epoca con soluzioni avveniristiche. Capostipite di questa serie è la Puma GTV del 1978, coupé molto filante, replica su licenza della Kit Car Nova dell’ inglese Sterling, disegnata da Richard Oakes.
Viene prodotta in circa 100 esemplari e tra le sue particolarità estetiche va segnalato il padiglione incernierato alla base del parabrezza che si apre a compasso per accedere nell’abitacolo. Il motore, come il pianale è ancora del Maggiolino 1200, con la cilindrata portata a 1.385 cc da Domenico Lombardi.
Nel 1984 Adriano Gatto vuole abbandonare la replica della Nova e con l’aiuto di Domenico Lombardi realizza la GTV-033.

A parte la linea meno esasperata e i parafanghi bombati, la novità maggiore riguarda il motore e il cambio, non più del Maggiolino, ma il boxer a 4 cilindri dell’Alfa Romeo da 1.186 cc.
La nostra Puma GTV-033, è una delle prime vetture, realizzata nel 1984, monta il motore boxer 4 cilindri Alfa Romeo, con carburatori Weber, doppio corpo, a tromba. La carrozzeria è di colore Rosso Maranello, gli interni, sportivi all’estremo, in pelle nera. L’ enorme apertura a compasso che permette l’accesso all’abitacolo, è comandato elettricamente. Su questa vettura non si può dire altro, soprattutto ciò che non si può descrivere, ma la sua guida garantisce sensazioni e prestazioni “uniche”!